Eventi

NAVI SARDE ED EGIZIE. collegamenti?

Il 19 dicembre 2012 demmo, qui, il nostro contributo sui contatti fra Sardegna ed Egitto a far data da almeno 5300 anni da oggi. Ritornammo sull’argomento, sempre qui, il 7 febbraio c.a., producendo nuovi indirizzi di ricerca basati su alcuni oggetti-codice di diffusione universale: soldato con armatura e lunghe corna, soldato arciere, arciere cacciatore ed ancora arco e nave.

sos nurakes e le città nuragiche

mercoledì 19 settembre 2012
Sos Nurakes e le città nuragiche
di Mikkelj Tzoroddu

SA DIE DE SA SARDINNA

Sa Die de sa Sardinna
Ciò che mi atterrisce, caro lettore, è il sentire esservi oggi, nel 2018, l’esigenza di prendere gli accadimenti in Casteddu del 28-30 di Aprile del 1794, per celebrare, addirittura festeggiare! Qualcosa che dovrebbe essere non solo dimenticata, ma gettata A SU MUNTONARZU!

La popolazione della Sardegna secondo il Lilliu, 1200-900 a.C.: oltre 7 milioni di Sardi!

 
- premessa
 
Ci siamo decisi a scrivere la presente nota perché ci serva quale viatico per un contributo più consistente che andremo a proporre di poi.

Ennesimo tentativo di cancellare il Passato della Sardegna!

Ennesimo tentativo di cancellare il Passato della Sardegna!
colpevoli: genetisti, archeologi, linguisti
inseminato nel 2010 - nato a Giugno 2012 - pubblicato a Luglio 2013
 

Çatalhöyük

Çatalhöyük
non una “insussistente città”, ma Grandioso
“Luogo Santo”, con santuari e cumbessìas pieni di sepolture[1]
 

La risibile presunzione dei genetisti, circa il momento in cui la Sardegna iniziò ad essere realmente abitata sa ‘e duos

 
2.1- disamina - sa ‘e duos
 
Nel suddetto paragrafo chiamato “Contesto archeologico” essi (i “genetisti”), di prim’acchito, emettono la seguente sentenza:
(1)  «La lunga storia dell’insediamento umano in Sardegna è illustrata dai noti siti archeologici distribuiti fra il Mesolitico ed il tardo Neolitico (Figure S7)»[1].

La risibile presunzione dei genetisti, circa un antico isolamento della Sardegna

 Questa nota si è generata a seguito di un dibattito in cui si misero in dubbio le mie opinioni che danno i Sardiani come la popolazione primaria ed indipendente, attrice dei primevi spostamenti nel Mediterraneo e, parzialmente, in area centro-europea.

Il SIGNOR Ercole CONTU!

Beh, per quel poco che posso dire dei suoi scritti, perché sol’essi son ormai consultabili testimoni, questo Signore non era la più grande cima di quella sarda cultura che ho visto trascinarsi stancamente facendo mostra di scimmiottare tutto ciò che veniva proiettato da un fuori lontano, meglio se fosse quell’Oriente della sempre citata candelina!
NO! Questo Signore non m’è parso inserito in quell’ampio contesto di piccoli e vili, che svergognarono la sarda cultura facendone luridume in cui rispecchiare loro vergogne!

cartaginesi sempre sconfitti è un eBook

"cartaginesi sempre sconfitti"    
          è  un  eBOOK

           vai a fondo pagina per vedere la presentazione

Il criminale riu Matzeu

Siamo tornati questa primavera a visitare questo criminale riu Matzeu e abbiamo trovato un greto morto.
Nessuna sorpresa quella sera dell’autunno 1946 quando cominciò a scorrere sulla città una fiumana d’aria, e brividi e guizzi e serpi di fuoco giocavano nel cielo nero. È che già da alcune ore si sapeva dal bollettino meteorologico che sul Mediterraneo svolazzava una legione di spiriti maligni dai paesi gelati.